Pubblicato il

Portrait of Humanity – Un progetto mondiale al quale partecipa anche EyesOpen!

 

Portrait of Humanity è una nuova iniziativa globale organizzata da 1854 Media, editore del British Journal of Photography, in collaborazione con Magnum Photos. Celebrerà il potere della fotografia che racconta l’uomo, in tutte le sue dimensioni, difficoltà, meraviglie. Concepito come se fosse una immensa comunità in grado di essere unita nonostante le differenze, questo progetto artistico andrà a formare una delle più grandi mostre fotografiche collaborative della storia. Ne faremo parte anche noi di EyesOpen! Magazine, media partner di Portrait of Humanity e con il direttore Barbara Silbe, ambasciatore di tutte le tappe di questa avventura, e fin da oggi ci attiviamo per coinvolgere i fotografi che ci seguono.
Al centro del messaggio ci sarà una attenzione ai nostri valori condivisi: individualità, comunità, unità. Possono partecipare alla competizione i fotografi di qualsiasi livello, invitati a mostrare il mondo attraverso i loro occhi, a catturare i molti volti dell’umanità e a documentare le espressioni universali della vita: risate, lacrime, coraggio, carezze, momenti di riflessione, viaggi di lavoro, primi saluti, ultimi addii e tutto quello che viene loro in mente di testimoniare attraverso uno scatto.  Una giuria di esperti selezionerà 200 finalisti che saranno pubblicati nel Portrait of Humanity Book, mentre le 50 immagini vincitrici saranno esposte in varie località in tutto il mondo come l’Organ Vida International Photography Festival di Zagabria, in Croazia,
il Lagos Photo Festival in Nigeria, il National Center For Photography di Victoria, in Australia, il Louisiana State Museum di New Orleans… Gli autori che si posizioneranno secondo e del terzo classificato riceveranno ciascuno $ 2.500 e il primo classificato riceverà $ 5.000. Tutti e tre dovrammo investire il denaro per creare un progetto che esplori la loro interpretazione dell’umanità.

La giuria di Portrait of Humanity è composta da leader internazionali del settore fotografico come curatori, registi, editori, giornalisti e fotografi di fama mondiale. Tra loro, nomi come Alessandra Sanguinetti o Jacob Aue Sobol di Magnum Photos; Azu Nwagbogu fondatore e direttore di African Artists e del Lagos Photo Festival; Dafna Navarro CEO, fondatore e direttore di The International Lens Magazine, Art Market Magazine, Israeli Art Market; Sarah Leen, direttore della fotografia del National Geographic Magazine e molti altri. Sono tutte figure autorevoli che contribuiranno a garantire ai partecipanti e ai vincitori serietà nelle valutazioni e una visibilità internazionale per i loro portfoli anche sugli organi di stampa.

La call per poter accedere alle selezioni chiude l’8 gennaio 2019 alle ore 16. L’annuncio dei candidati e dei vincitori avverrà tra maggio e giugno 2019. Infine la mostra globale itinerante si svolgerà tra agosto e dicembre 2019.

Come partner del progetto, vi terremo costantemente aggiornati sulle novità e sulle selezioni. E vi esortiamo a prendere parte a questo immenso ritratto del genere umano, augurandoci che la sezione italiana sia una delle più ricche di contributi.

 

Pubblicato il

Kicia Randagia – Scelte

Ho conosciuto Kicia nel 2016 al Centro Italiano per la Fotografia d’autore di Bibbiena durante una sessione di letture portfolio in occasione di una delle tappe del Portfolio Italia indetto dalla Fiaf.

Mi colpirono soprattutto la sua passione, tipica dei giovani, ma soprattutto la chiarezza delle idee e la sua progettualità. Viene premiata oggi al Zeiss Photography ed esposta a Londra al Sony Award

Vi presentiamo il lavoro esposto a Londra: “Scelte”

Manuela Cigliutti

Scelte

2011 – 2016

Scelte’ tells the story of a life split between two cultures – the life of my daughter Siria. Siria doesn’t just live between two different countries, she lives in two different worlds. She feels very much at home in the big city of Rome, a place filled to the brim with technological advances. But every year, we spend two months living in an out-of-the-way village in Poland. It’s like a different world there: from the food and the traditions to the nature, nothing there can be compared to the mod cons of big-city life.

As a mother, it was incredible for me to see how quickly Siria, an ambitious, high-tech girl, transformed into one who loves the countryside, walks around barefoot, lives among animals, appreciates simple, natural food and plays with everything she finds. I realized that my daughter was able to find happiness everywhere, and when we returned to Rome I came up with ‘Scelte’. For Siria, both worlds seemed perfect in their own right. Meanwhile, I wonder which one she’ll choose when she grows up.

I’ve selected photos that capture a life that could belong to any child in today’s world. I decided to take my photographs in black and white to present both worlds as equal. Colors would only have taken attention away from the matter at hand – and I didn’t want that. Through my series, I’d like to show the world how children who grow up between two cultures live and how it feels to do so. What some may see as a disadvantage is actually a great opportunity for a lot of people – the chance to see the world with new eyes

 

Chi è Kicia

 

 

Pubblicato il

#eogenerations – Piccole Storie – Call

EyesOpen! lancia le nuove Call 2018, mandaci il tuo portoflio!

Il primo tema su cui cimentarsi è “Piccole storie” raccontate attraverso la fotografia. I progetti migliori avranno la possibilità di essere pubblicati sul sito di EyesOpen! e potranno ambire alla pubblicazione su una delle edizioni cartacee del magazine. Sono ammessi fotografi fino ai 30 anni di età. In caso di selezione, che è a discrezione della redazione, vi verrà chiesto di produrre la necessaria documentazione. Il lavoro dovrà pervenire via mail in un unico file pdf che includa testo, foto e una breve biografia dell’autore. Visitate il nostro sito per maggiori dettagli o scrivete a eyesopengenerations@gmail.com Non saranno ammesse proposte che non rispettino questa semplice regola e la scadenza per l’invio prevista per il 20 Aprile

EyesOpen! Magazine 2018 open call, submit your photographic portfolio now!

We start with the theme “Little personal stories” told through photography. The best projects will be published on the EyesOpen! website and may be selected to participate to one of the paper numbers. Photographers are allowed only up to 30 years of age. In case you are selected, you will be asked to produce the necessary documentation. Visit our website for more details or to contact us eyesopengenerations@gmail.com Your portfolio must be sent by e-mail in a single pdf file that includes text, photos and a brief biography of the author. Proposals that do not respect this simple rule, and the deadline of April 20th, will not be accepted.